La normativa sulle pavimentazioni antitrauma

Normativa parco giochi

Nella fase della programmazione e della realizzazione di un parco giochi, in riferimento alle normative europee EN 1176 e EN 1177 riguardanti  i requisiti necessari per la sicurezza delle attrezzature per parchi gioco ed i rivestimenti delle superfici aree gioco, è opportuno, tenere conto di due presupposti fondamentali:

1) Che i giochi siano omologati e conformi alla norma europea EN 1176;

2) Che la superficie ove verranno installati sia conforme alla norma europea EN 1177.

Quando l’altezza di caduta supera i mm. 600, è indispensabile che la pavimentazione dell’area d’impatto abbia specifiche caratteristiche antitrauma di assorbimento d’urto.

La normativa precisa in maniera inequivocabile che nei luoghi pubblici “Deve inoltre essere prevista una pavimentazione adeguata ad assorbire un’eventuale caduta”.

Per ottemperare alla normativa comunitaria, la pavimentazione antitrauma deve essere in possesso di un coefficiente HIC (Head Injuri Criterion),un valore in grado di quantificare le lesioni che si possono verificare alla testa in seguito ad un forte impatto con le superfici.

Il coefficiente HIC tiene conto dell’energia cinetica “sprigionata” dalla testa al momento dell’impatto. Il limite massimo della gravità delle lesioni è fissato in 1000 HIC.

Norma UNI EN 1176

Questa prima norma, “Attrezzature per aree da gioco: requisiti di sicurezza e metodi di prova” è strutturata in 7 parti, in ognuna delle quali si trovano le informazioni che il produttore deve obbligatoriamente fornire e che riguardano principalmente dati generali, installazione, utilizzo, ispezione, manutenzione, la “marcatura” per varie tipologie di attrezzature ludiche.

UNI EN 1176 – 1: tratta i requisiti di sicurezza che devono avere i materiali utilizzati per la fabbricazione delle attrezzature per aree da gioco, definendo le caratteristiche del legno, dei metalli e dei prodotti associati, nonché dei materiali sintetici, vietando l’impiego di sostanze definite pericolose.

UNI EN 1176 – 2: riguarda le altalene: in particolare, vengono specificati i requisiti di resistenza dei sedili.

UNI EN 1176 – 3: si riferisce agli scivoli, entrando nel merito della scaletta di accesso allo scivolo, della pendenza, inclinazione e larghezza della pista di scivolamento, delle protezioni laterali nella parte superiore dell’attrezzatura.

UNI EN – 1176 – 4: tratta delle teleferiche, affronta in modo particolare le caratteristiche delle strutture portanti e dei punti di fissaggio, gli arresti di fine corsa, le caratteristiche del carrello.

UNI EN 1176 – 5: tratta delle giostre, di diametro maggiore di 0,5 metri, installate in modo permanente; pone l’attenzione sullo spazio minimo necessario e il sottofondo da utilizzare, entra nel merito del numero di posti degli utilizzatori, impone una velocità massima di rotazione della giostra, non superiore a 5 m/sec.

UNI EN 1176 – 6: riguarda le attrezzature oscillanti, tipo i dondoli a bilico, stabilendo per le varie tipologie di attrezzature l’altezza massima di caduta libera, l’inclinazione massima del sedile., la distanza libera dal suolo e la necessità di installare dei poggiapiedi.

UNI EN 1176 – 7: contiene un insieme di utili indicazioni riguardanti la corretta installazione, ispezione e manutenzione di tutte le attrezzature per aree da gioco. La guida specifica come eseguire le ispezioni e propone un programma di ispezione al fine di prevenire gli infortuni, fornendo utili indicazioni e raccomandazioni specifiche sulle misure di sicurezza da adottare, entra nel merito della preparazione del personale che esegue 3 compiti nell’ambito della gestione della sicurezza, suggerisce come tenere la documentazione necessaria che registri e comprovi le verifiche e le ispezioni periodiche.

Norma UNI EN 1177

Riguarda l’aspetto della sicurezza “intrinseca” del gioco si completa opportunamente con le collegate norme raccolte nella UNI EN 1177, “Rivestimenti di superfici di aree da gioco ad assorbimento di impatto”.

Comments are closed.

© 2015